+39 349 2114075 info@barakasafarikenya.com
+39 349 2114075 info@barakasafarikenya.com
Richiedi un'offerta
Richiedi un'offerta
Nome e Cognome*
Email*
Cellulare*
Adulti *
Bambini
Messaggio *
Accetto i termini e le condizioni di privacy
Accetta i termini e le condizioni per procedere, grazie
Salva nei preferiti

Per aggiungere degli elementi alla lista dei desidero è necessario possedere un account.

2014

Non hai trovato quello che cerchi? Contattaci!

Parla direttamente con il nostro referente in Italia… oppure chiamaci direttamente in sede a Watamu (inglese).

Italia +39 349 2114075
Kenya +254 714 827344

info@barakasafarikenya.com

SAFARI DA NAIROBI 11 GIORNI

0

Parchi: Amboseli, Tsavo Ovest, Lago Nakuru, Aberdare, Samburu, Masai Mara

Safari privato con jeep di 11 giorni e 10 notti con partenza da Nairobi e rientro a Nairobi.
Si può scegliere di alloggiare in strutture di categoria standard, superior o luxury e adatto anche a bambini.
Partenza da Nairobi in direzione dell’Amboseli National Park, interamente dominato dall’imponente Kilimanjaro e dove si possono trovare numerosi branchi di elefanti oltre a numerosi altri animali quali leoni, ghepardi, leopardi, iene, bufali, giraffe Masai. Il 4° giorno si parte per lo Tsavo Ovest NP particolarmente noto per i suoi abbondanti branchi di bufali e di elefanti e bagnato dal fiume Galana dove gli animali vanno ad abbeverarsi. Dallo Tsavo Ovest si torna a Nairobi per raggiungere il Giraffe Centre dove potrete avvicinare le giraffe e dargli da mangiare. Da Nairobi si parte per l’Aberdare NP a nord di Nairobi, conosciuto per la varietà di paesaggi e altrettante specie animali di vario genere tipo licaoni, maiali giganti della foresta, bushbuck, reedbuck, antilopi d’acqua, Bufali neri, Suni, sciacalli, Eland, cefalofo, babbuino oliva, bianco e nero, colobus, scimmie varie e possibilità di safari notturno, si procede per il Samburu NR famoso per l’abbondanza dei Samburu Special Five – la zebra di Grevy, lo struzzo somalo, la giraffa reticolata, il gerenuk e l’orice beisa – che sono unici in questa zona del Kenya e possono essere avvistati solo qui, tappa successiva il Nakuru Lake Np dove gli habitat sono molto diversi tra lagune, zone boscose e savane e si possono vedere una grande varietà di uccelli acquatici, un paradiso per gli amanti del Bird-watching, si termina il safari al Masai Mara uno dei più belli parchi del Kenya, unico per il suo ecosistema e caratterizzato da praterie aperte e savane intervallate da verdi colline, boschi di acacia e commifore, con pic-nic all’interno del parco e safari in mongolfiera opzionale.

  • 11 gg / 10 notti
  • Partenza: Nairobi
  • Arrivo: Nairobi
  • Orario di partenza: 6:00 circa
  • Disponibilità tutti i giorni
    (nei mesi da Luglio a Marzo)
  • TUTTO COMPRESO (trasferimenti,
    ingressi e pernottamento)
ITINERARIO

1° GiornoNAIROBI - AMBOSELI NP

Ore 06:00 Partenza da Nairobi in direzione dell’Amboseli National Park
Appena arrivati al parco si parte per il primo Game Drive Safari Photo
Rientro al lodge/campo tendato per il pranzo
Pranzo e un po’ di relax
Si riparte per il Game Drive Safari Photo
Rientro al Lodge al tramonto.
Ore 20:00 c.a Cena a buffet e pernottamento.

2° GiornoAMBOSELI NP

Ore 06:00 Colazione e partenza per il Game Drive Safari Photo
Rientro al Lodge per il pranzo
Pranzo e un po’ di relax
Si riparte per il Game Drive Safari Photo
Rientro al Lodge al tramonto.
Ore 20:00 c.a Cena a buffet e pernottamento.

3° GiornoAMBOSELI NP - TSAVO OVEST NP

Ore 06:00 Colazione e partenza per lo Tsavo Ovest Np
Appena arrivati al parco si parte per il primo Game Drive Safari Photo
Rientro al lodge/campo tendato per il pranzo
Pranzo e un po’ di relax
Si riparte per il Game Drive Safari Photo
Rientro al Lodge al tramonto.
Ore 20:00 c.a Cena a buffet e pernottamento.

4° GiornoTSAVO OVEST NP – NAIROBI

Ore 06:00 Colazione e partenza per l’ultimo breve Game Drive Safari Photo
Uscita dal parco e partenza per Nairobi
Durante il viaggio ci si ferma per il pranzo
Appena arrivati a Nairobi, raggiungerete il Giraffe Centre dove potrete avvicinare le giraffe e dargli da mangiare
Arrivo in hotel nel tardo pomeriggio
Ore 20:00 c.a Cena e serata libera

5° GiornoNAIROBI – ABERDARE NP

Ore 06:00 Colazione e partenza per Aberdare Np
Appena arrivati al parco si parte per il primo Game Drive Safari Photo
Rientro al lodge/campo tendato per il pranzo
Pranzo e un po’ di relax
Si riparte per il Game Drive Safari Photo
Rientro al Lodge al tramonto.
Ore 20:00 c.a Cena a buffet e pernottamento.

6° GiornoABERDARE NP – SAMBURU NR

Ore 06:00 Colazione e partenza per il Samburu Nr
Durante il viaggio ci si ferma per il pranzo.
Appena arrivati al parco si parte per il Game Drive Safari Photo
Rientro al lodge/campo tendato al tramonto.
Ore 20:00 c.a Cena a buffet e pernottamento.

7° GiornoSAMBURU NR

Ore 06:00 Colazione e partenza
Appena arrivati al parco si parte per il primo Game Drive Safari Photo
Rientro al lodge/campo tendato per il pranzo
Pranzo e un po’ di relax
Si riparte per il Game Drive Safari Photo
Rientro al Lodge al tramonto.
Ore 20:00 c.a Cena a buffet e pernottamento.

8° GiornoSAMBURU NR – NAKURU LAKE NP

Ore 06:00 Colazione e partenza per il Nakuru Lake Np
Durante il viaggio ci si ferma per il pranzo.
Appena arrivati al parco si parte per il Game Drive Safari Photo
Rientro al Lodge al tramonto.
Ore 20:00 c.a Cena a buffet e pernottamento.

9° GiornoNAKURU LAKE NP – MASAI MARA NR

Ore 06:00 Colazione e partenza per un breve Game Drive Safari Photo. partenza per raggiungere il Masai Mara Nr
Durante il viaggio ci si ferma per il pranzo.
Appena arrivati al parco si parte per il Game Drive Safari Photo
Rientro al Lodge al tramonto.
Ore 20:00 c.a Cena a buffet e pernottamento.

10° GiornoMASAI MARA NR

Ore 06:00 Colazione e partenza
Appena arrivati al parco si parte per il primo Game Drive Safari Photo
Pranzo all’interno del parco con pic-nic
Rientro al Lodge al tramonto.
Ore 20:00 c.a Cena a buffet e pernottamento.

11° GiornoMASAI MARA NR – e rientro a Nairobi

Ore 06:00 Colazione e partenza per l’ultimo Game Drive Safari Photo
Uscita dal parco e si inizia il viaggio di ritorno.
Durante il viaggio ci si fermerà per il pranzo.
Ore 17:00 c.a Arrivo al punto concordato per il drop-off a Nairobi

Cosa aspettarsi

Tsavo West National Park

Il Parco Tsavo Ovest raccoglie habitat molto diversi e spettacolari: colline, fiumi, affioramenti di rocce
granitiche, basaltiche e canaloni lavici: luoghi prediletti da leopardi e dalla rara antilope saltarupe. Vaste savane, dove padroneggiano grandi baobab, si alternano a fitte foreste di acacie.

Tra i luoghi di interesse è doveroso citare la catena vulcanica delle Chyulu Hills a nord-ovest del Parco, ai cui piedi troviamo la colata lavica di Shetani, lunga ben 8 chilometri e larga 16. Poco più a sud si trova Chaimu Crater, un alto e nero cono vulcanico raggiungibile grazie ad un sentiero di circa 3-4 ore (andata/ritorno) che porta fino al bordo del cratere. Le cascate Mzima Springs, situate a circa 50 chilometri dall’entrata di Mtito Andei, sono un’altra meta molto famosa. Queste sorgenti danno origine a due grandi pozze abitate da ippopotami e coccodrilli. Un osservatorio a vetri, posto sotto la superficie dell’acqua, permette ai visitatori di osservare questi animali assieme ad una moltitudine di pesci, meravigliando grandi e piccini. L’osservatorio è anticipato da magnifici sentieri naturalistici che ivi conducono. Per gli amanti degli uccelli, una tappa a Ngulia Escarpment è imperdibile: nel primo periodo invernale sostano qui migliaia di uccelli migratori. In questa regione è possibile avvistare anche alcuni tra i più rari falchi migratori, come il falco della regina e il falco fuligginoso.

I pochi gli esemplari di rinoceronte nero rimasti sono stati trasferiti nella zona protetta del Ngulia Rhino Sanctuary dopo che, tra gli anni ’70 e ’80, il bracconaggio li portò quasi all’estinzione. Nei pressi del Rhino Sanctuary, sono situate le Roaring Rocks dalla cui sommità è possibile godere dei magnifici panorami della sottostante Rhino Valley e delle Ngulia Hills. In cima, una mappa panoramica vi aiuterà a localizzare gli elementi paesaggistici circostanti. Nella zona a sud-ovest del parco, si trova il bellissimo Lago Jipe, diviso tra il Kenya e la Tanzania e frequentato da grossi branchi di ippopotami, elefanti e molte specie di uccelli.

 

Amboseli National Park

Il Parco di Amboseli è parte integrante dell’Amboseli National Reserve grande 3.200 kmq e si estende su
una superficie di circa 380 sqkm. L’area è interamente dominata dall’imponente Kilimanjaro, la più alta
montagna d’Africa. Habitat diversi caratterizzano Amboseli: dalle vaste pianure polverose, alle formazioni lavico-rocciose ricoperte da spinosi arbusti, alcune foreste di acacie, palmeti, laghi e paludi. Il Parco comprende al suo interno il Lago Amboseli, solitamente asciutto eccetto durante le stagioni piovose. Fiumi sotterranei provenienti dal vicino Kilimanjaro sono una fonte permanente per le sorgenti e i rigogliosi stagni colmi di papiri. Molti animali selvatici si radunano qui nei periodi di siccità.

Il Parco di Amboseli è famoso per la mole di animali che lo popola. Oltre ai numerosi elefanti, il Parco ospita una ricca fauna selvatica. Nella parte orientale, gli animali più presenti sono: leoni, ghepardi, leopardi, iene, bufali, giraffe Masai, gazzelle, zebre, impala, gnu, antilopi d’acqua e alcelafi. Nel vostro percorso, avrete sicuramente occasione di incontrare cercopitechi, babbuini, otocioni e sciacalli. Più raro è invece il rinoceronte nero, minacciato in passato dallo spietato bracconaggio. Vicino a laghetti e stagni spopolano più di 400 specie di uccelli acquatici mentre i cieli sono sorvolati da falchi, avvoltoi e altri rapaci meno frequenti. Anche i rettili non mancano, tra i tanti segnaliamo: pitoni, tartarughe e cobra.

Per informazioni più dettagliate sui Parchi Tsavo Ovest e Amboseli, visita le pagine “Tsavo Ovest” e “Amboseli” del menù “Kenya Parchi”.

 

Masai Mara National Park

La Riserva Nazionale Masai Mara appartiene alla regione occidentale del Kenya e confina, a sud, con il Parco Nazionale del Serengeti in Tanzania. Si estende su una superficie di circa 1.500 kmq, ad un’altitudine compresa tra 1.500 e 2.000 metri sul livello del mare. La Riserva è attraversata da tre fiumi (Mara, Talek e Sand) che alimentano un ecosistema che si può definire unico. Il suo territorio è prevalentemente caratterizzato da praterie aperte e savane intervallate da verdi colline, boschi di acacia e commifore. Lungo i corsi d’acqua  troviamo invece ambienti paludosi e foreste fluviali.

La fauna di Masai Mara è straordinariamente varia e abbondante da rendere possibile, con un po’ di fortuna, l’avvistamento dei “Big Five” (leone, leopardo, elefante, rinoceronte e bufalo) nell’arco di una sola giornata. Questa Riserva vanta la più alta concentrazione di leoni del Kenya. Tra i mammiferi, i più numerosi sono: gnu, zebre, gazzelle di Grant e Thomson, giraffe Masai oltre a damalischi, facoceri, oribi e antilopi, ghepardi, iene maculate e striate. I rinoceronti neri sono presenti in numero esiguo e sono difficilmente visibili. Nei fiumi, specialmente nel Mara, abbondano ippopotami e giganteschi coccodrilli. Altra grande attrattiva di Masai Mara è la ricca avifauna che conta circa 450 specie di uccelli.

Lo spettacolo più suggestivo a cui assistere all’interno della Riserva è, senza dubbio, l’attraversamento del fiume Mara da parte di circa 2 milioni di gnu e zebre durante “la grande migrazione“. 

Per informazioni più dettagliate sul Parco Masai Mara visita la pagina “Masai Mara” del menù “Kenya Parchi”.

 

Riserva Lago Nakuru 

Il Parco Nazionale del Lago Nakuru si estende per 188 kmq attorno all’omonimo lago alcalino, a un’altitudine di circa 1 700 metri slm, a 160 km a nord-ovest di Nairobi. Formatosi circa 12 milioni di anni fa in seguito alla formazione della Rift Valley, il Lago Nakuru (come quasi tutti i laghi in Kenya) è di origine vulcanica. La sua superficie varia da 5 a 60 kmq in base alle precipitazioni annuali.

Il Parco è attraversato da tre fiumi principali: il Njoro, che sfocia nel Lago; il Makalia che a sud del parco forma le Makalia Falls, e il Nderit, che nasce proprio dal lago. Gli habitat nei dintorni del Lago sono molto diversi: si incontrano paludi, zone boscose, praterie, savane arboree di acacie della febbre, scoscesi dirupi e colline rocciose (Lion Hills) ricoperte da foreste di gigantesche Euphorbia candelabrum (la più estesa foresta di euforbia esistente in Africa). Il posto perfetto per godere di una magnifica vista sul lago è Baboon Cliff, un’imponente scarpata a circa 2.000 metri slm dalla quale poter fotografare le rive del Lago, colorate dal rosa intenso di migliaia di fenicotteri. Le vicine colline denominate “Out of Africa” offrono una vista privilegiata sul grande Baboon Cliff. Questo è il luogo preferito dai fotografi per immortalare tramonti mozzafiato.

Il punto di forza di questo piccolo ma amato Parco (il secondo in Kenya per numero di visitatori) è l’incredibile concentrazione e diversità di specie di uccelli stanziali e migratori che ne fanno un vero paradiso per ornitologi e amanti del birdwatching. Sono state individuate oltre 500 specie di uccelli e, in alcune stagioni eccezionali, il Lago Nakuru arriva a ospitare fino a 1,5 milioni di fenicotteri  e decine di migliaia di pellicani bianchi. Le piccole dimensioni del Parco e la densità/varietà di fauna selvatica permettono incontri e avvistamenti incredibili. Leoni, bufali, zebre, iene maculate, sciacalli, gatti selvatici, genette, serval, manguste sono piuttosto diffusi; poco presenti invece i ghepardi e i leopardi, assente l’elefante. Oggi il Parco di Nakuru è il più importante “santuario dei rinoceronti” del Kenya. 

 

Samburu National Reserve

La Riserva nazionale di Samburu, il cui nome deriva dalla popolazione locale di “Samburu”, si trova nel distretto di Samburu, a nord dell’Equatore, a un’altitudine compresa tra gli 800 e i 1.230 metri sul livello del mare e copre un’area di circa 165 chilometri quadrati. La riserva fa parte di un sistema ecologico molto più ampio che comprende le confinanti Buffalo Springs e Shaba National Reserves. Il Samburu è caratterizzato da una regione desertica e semidesertica con un clima secco e caldo; il confine meridionale della riserva è delimitato dal fiume Ewaso Nyiro, che è l’unica fonte d’acqua permanente in quest’area protetta, anche durante la stagione secca; da questo fiume dipende la sopravvivenza di tutti gli animali della riserva.
Nella riserva c’è un’ampia varietà di animali ma è famosa per l’abbondanza dei Samburu Special Five – la zebra di Grevy, lo struzzo somalo, la giraffa reticolata, il gerenuk e l’orice beisa – che sono unici in questa zona del Kenya e possono essere avvistati solo nella Riserva di Samburu.
Oltre a questi 5 esemplari ci sono anche molte altre specie di animali, mammiferi, uccelli e rettili: leoni, leopardi, ghepardi, cani selvatici, diverse specie di antilopi, gazzelle, facoceri, sciacalli, giraffe, ippopotami, coccodrilli e oltre 450 specie di uccelli, ma soprattutto un gran numero di elefanti; si stima che qui vivano più di 900 esemplari ed è molto comune avvistarli mentre scendono al fiume per bere e rinfrescarsi.

 

Aberdare National Park

Il Parco Nazionale di Aberdare si trova a circa 100 Km a nord di Nairobi e si estende attraverso una gran varietà di paesaggi, coprendo altitudini che vanno dai 2000 a oltre i 4000 metri sopra il livello del mare. Si possono trovare valli a forma di V con torrenti, fiumi e cascate, mentre a quote più basse foreste di bambù e foreste pluviali.
Aberdare si sviluppa su una superficie di 766 chilometri quadrati e fa parte del Aberdare Mountain Range.
Tra gli animali facilmente osservabili nel Aberdare National Park troviamo leopardi, elefanti, licaoni, maiali giganti della foresta, bushbuck, reedbuck, antilopi d’acqua, Bufali neri, Suni, sciacalli, Eland, cefalofo, babbuino oliva, bianco e nero, colobus, scimmie varie. Avvistamenti più rari sono quelli del gatto d’oro africano e il bongo, un’antilope sfuggente che vive nella foresta di bambù. Animali come l’eland e il serval si trovano più in alto nella brughiera. Il Parco Nazionale di Aberdare contiene anche una grande quantità di rinoceronti neri . I visitatori possono anche concedersi passeggiate, pic-nic, nei fiumi e campeggio nelle brughiere.
Rimarrete meravigliati alla vista dei grandi mammiferi come elefanti, giraffe, rinoceronti e leopardi passeggiare tra le foreste fitte invece che su grandi distese di savana. Un luogo così selvaggio che non avreste nemmeno potuto sognare.

Mappa

FAQ

1.Si può andare in Kenya?

, rispettando le norme sempre aggiornate indicate dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e reperibili al link:  http://www.viaggiaresicuri.it/country/KEN . Si consiglia di consultare la pagina periodicamente prima della partenza. Per maggiori informazioni, si consiglia di consultare il sito del Ministero della Salute keniano (www.health.go.ke) o chiamare i seguenti numeri: +254 729 471 414, +254 732 353 535. 

2.Qual è il periodo migliore per una vacanza o un safari in Kenya?

ll clima è generalmente temperato durante tutto l’anno. Sulla costa, la temperatura media si aggira attorno ai 26/28°C con massime di 30/32°C. Sugli altopiani, nelle ore notturne, la temperatura si abbassa notevolmente. I Safari possono essere fatti tutto l’anno. Le stagioni delle piogge sono indicativamente: da aprile a metà giugno. La stagione più calda in generale va da novembre ad aprile.

3.Qual è la valuta del Paese? Posso pagare in euro?

La valuta del Paese è lo scellino keniota (Ksh o Kes). 1 EURO corrisponde circa a 110 KES. Euro e Dollari sono accettati quasi ovunque; i maggiori alberghi ed i principali negozi accettano le carte di credito più comuni. Il servizio di prelievo ATM è presente nei paesi e nelle città principali. Le carte di credito accettate nei principali alberghi sono la Visa, la Master Card e la Diners Club, è bene informarsi sulle commissioni che possono essere alte (5-10%).

4.Qual è il fuso orario Kenya-Italia?

Il fuso orario in Kenya è:
GMT +3h (da ottobre a marzo);
+2h rispetto all’Italia (da marzo ad ottobre);
+1h quando in Italia vige l’ora legale.

5.Quali sono i documenti necessari per un viaggio in Kenya?

La documentazione necessaria all’ingresso nel Paese comprende:

  1. Passaporto: necessario, con validità residua di almeno sei mesi al momento della richiesta del visto. Per entrare in Kenya il passaporto deve avere almeno un’intera pagina bianca, al fine di poter apporre il visto d’ingresso. Occorre altresì essere in possesso di un biglietto aereo di andata e ritorno. La proroga del soggiorno può essere ottenuto solo presso gli uffici competenti per l’immigrazione. Le sanzioni per il mancato rispetto di tale procedura possono arrivare anche all’arresto.
  2. Viaggi all’estero dei minori: si prega di consultare l’Approfondimento Documenti di viaggio – documenti per viaggi all’estero di minori a questo link : http://www.viaggiaresicuri.it/approfondimenti-insights/documentidiviaggio
  3. Visto d’ingresso: necessario, le categorie di visto sono le seguenti:
  • visto di transito (transit visa, USD 20) con una validita’ di massimo 72 ore. Richiesta visto disponibile anche al sito http://evisa.go.ke/evisa.html
  • visto turistico (tourist visa, 50 USD  o 40 EURO) valido per tre mesi e rinnovabile fino a sei mesi; richiesta visto disponibile al sito http://evisa.go.ke/evisa.html
  • East African Tourist Visa: valido per 90 giorni (Multiple entry visa USD 100), permette di viaggiare in Kenya, Rwanda e Uganda. Si presenta la richiesta nel primo paese di arrivo. Se in Kenya, si ottiene dall’Ambasciata del Kenya, se in Uganda si richiede nella rispettiva Ambasciata, se in Rwanda si ottiene online su evisa Rwanda. 

Le Autorità keniane hanno attivato, dal 1 gennaio 2021, una procedura online per dotarsi di visto elettronico, accessibile al seguente indirizzo: http://evisa.go.ke/evisa.html  (esclusivamente in lingua inglese).
Non è più possibile richiedere il visto al vostro arrivo in aeroporto.

6.Quali sono le vaccinazioni obbligatorie per viaggiare in Kenya?

Per il Kenya non ci sono vaccinazioni obbligatorie da effettuare.

La profilassi che di solito suggeriscono di fare – previo parere medico – è quella antimalarica.
Per tua informazione il periodo peggiore per la malaria è nei mesi Aprile-metà Giugno
(periodo delle piogge), nel resto dell’anno il pericolo di contrarla è molto basso.
Tutte le strutture turistiche (sulla costa e nei parchi naturali) trattano le stanze con
appositi spray e tutte i letti sono dotati di zanzariera.
La malaria in Kenya è una malattia conosciuta e curabile in loco.

Il certificato di vaccinazione contro la febbre gialla è obbligatorio solo per i viaggiatori di età superiore a 1 anno che provengono da Paesi a rischio di trasmissione della febbre gialla.

 

7.Che lingue si parlano in Kenya?

Le due lingue ufficiali riconosciute dalla legge in Kenya sono l’inglese e lo ki-swahili; sulla costa è molto diffuso l’italianoLo swahili è una delle principali lingue utilizzate in Kenya, è un linguaggio usato nativamente dal gruppo etnico swahili che abita la regione costiera del Paese.  L’inglese è la lingua principale studiata nelle scuole ed utilizzata nelle conversazioni formali. Oltre alle due lingue ufficiali, nel territorio sono presenti altre lingue tribali tra cui il kikuyu, il luhia, il luo, il kikamba e lo sheng. E’ interessante conoscere qualche parola del ki-swahili,  alla voce “Da sapere” del menù “Consigli” potete consultare un breve dizionario a questo scopo.

8.Le guide di Baraka parlano l’italiano?

, le nostre guide parlano anche l’italiano. 

9.Posso usare il mio cellulare in Kenya?

, ma… Utilizzare un piano tariffario italiano in Kenya potrebbe essere dispendioso. In molte strutture e locali è disponibile una connessione Wi-fi gratuita, potrete connettervi a queste linee per chiamare in Italia o utilizzare il vostro smartphone. Esistono diversi operatori di telefonia mobile, il più diffuso è Safaricom. 

10.Qual è il prefisso telefonico del Kenya?

Prefisso per l’Italia: 0039 telefonia fissa, oppure +39 telefonia mobile
Prefisso dall’Italia: 00254 telefonia fissa, oppure +254 telefonia mobile

11.Quali spine e quali voltaggi vengono utilizzati in Kenya?

La corrente in Kenya è a 220/240 Volt con prese di tipo G inglesi. E’ necessario munirsi di un  adattatori.

12.Qual è la politica di cancellazione?

Le penali di recesso sono:

  • fino a 30 giorni prima della partenza 10%
  • da 29 a 21 giorni prima della partenza 25%
  • da 20 a 11 giorni prima della partenza 50%
  • da 10 a 3 giorni prima della partenza 75%
  • dopo tali termini 100%

della quota di partecipazione                                                                                                                          *Attenzione: Le spese sostenute per i voli aerei non sono rimborsabili

Per ulteriori informazioni o approfondimenti scrivere a info@barakasafarikenya.com o baraka.beka@yahoo.com

13.Ci sono particolari comportamenti da adottare/evitare per ragioni di sicurezza?

Il turista è il benvenuto in Kenya ed a parte alcune zone in cui è sconsigliato andare (per esempio Kibera a Nairobi) le zone turistiche sono sicure e ben controllate dalla polizia locale.

Una parte della popolazione è di religione musulmana, per questo motivo è consigliato indossare un abbigliamento sobrio nei luoghi pubblici.
Esistono anche alcuni divieti di cui è bene essere a conoscenza, come il divieto di filmare con supporti volanti senza autorizzazione (droni) ed il divieto di usare sacchetti di plastica (in vigore da Agosto 2017).

14.Posso importare lo scellino keniota al ritorno in Italia?

Sì, i turisti possono importare liberamente valuta straniera sino ad un massimo di  10.000 $ USA con apposita dichiarazione. Oltre tale limite è necessario compilare un modulo per la Banca Centrale da consegnare al momento dell’entrata o dell’uscita dal Paese. La valuta va cambiata solo presso uffici autorizzati (banche, alberghi e uffici cambio). Per gli indirizzi e recapiti delle Ambasciata e dei Consolati del Paese accreditati in l’Italia, consulta il sito: https://www.esteri.it/MAE/it/servizi/stranieri/rapprstraniere

15.Posso portare in Italia sabbia, conchiglie o coralli come souvenir dal Kenya? E animali?

Nel Paese vige il Divieto di esportazione. E’ severamente proibito esportare dal Kenya i seguenti articoli e loro derivati: avorio, corno di rinoceronte, tartaruga marina, coralli, madrepore e pelli di rettili. Il solo possesso di questi articoli costituisce reato ed e’ punito con pene severissime. Si raccomanda pertanto la massima attenzione anche in fase di transito aeroportuale circa il possesso di monili di avorio e/o di conchiglie. Per quanto concerne l’esportazione di articoli come felini maculati, animali vivi, insetti, conchiglie e piante, occorre verificare le disposizioni in vigore e chiedere eventualmente un permesso di esportazione. L’ufficio competente per informazioni ed eventuali autorizzazioni è:

Kenya Wildlife Service

P.O. Box 40241 – 00100

Nairobi Kenya

Tel: +254 (20) 2379407

       +254 (20) 2379408

       +254 (20) 2379409

       +254 (20) 2379407-15 (Telkom Wireless)

       +254 (0) 726 610508/9

       +254 (0) 736 663400

       +254 (0) 735 663421

Email: kws@kws.go.ke

Sito web: http://kws.go.ke/